Vera o finta muratura

Vera o finta muratura, quale scegliere?

Vera o finta muratura, quale scegliere?

Vera o finta muratura, quale tipo di cucina in muratura è preferibile? Quella coi muretti fatti in mattoni o calcestruzzo alleggerito oppure la cucina in finta muratura? Proviamo a dare una risposta…
All’inizio, nelle zone rurali e montane, vista anche la facilità di trovare le materie prime e gli artigiani, si è diffusa molto la cucina in muratura, quindi, venivano predisposti una serie di muretti inferiori con un muretto superiore a copertura (top della cucina), dopodiché venivano piastrellati esternamente mentre l’interno poteva essere sia piastrellato che tinteggiato. I frontali (antine e cassetti) venivano fissati direttamente sui muretti.
Le cucine in finta muratura sono composte da muretti prefabbricati solitamente in multistrati marino già piastrellati o tinteggiati, sono appoggiati al pavimento e tra di essi vengono posizionate le basi cucina già complete con antine, cassetti ed elettrodomestici. L’installazione, a questo punto, risulta molto più semplice non necessitando di opere murarie. Sia la cucina in vera che in finta muratura possono essere delle stesse dimensioni, fatte su misura e personalizzate, anche a livello di manutenzione non ci sono sostanziali differenze.
Concludendo, possiamo dire che la cucina in vera muratura mantiene sempre il fascino, il calore e l’atmosfera di tempi antichi, mentre i pro che spesso fanno pendere l’ago della bilancia verso la cucina in finta muratura sono i costi più contenuti, i tempi di realizzazione più rapidi e la facilità di smontaggio in caso di trasloco.